“There’s no religion but the joys of rhythm

There’s no religion but the rites of Spring”.

(Sting, Send Your Love, 2003).

Vivere in armonia con le stagioni è uno dei modi migliori per aiutare la salute, il sistema immunitario, le vie digestive e i Dosha presenti in ognuno di noi (Vatha, Pitta, Kapha che secondo la medicina ayurvedica costituiscono i tre elementi base della vita). Anche le stagioni come le persone sono dominate da un particolare Dosha.

La Primavera è strettamente legata a Kapha (umidità, pesantezza, abbondanza, ma anche letargia). Il dott.Vasant Lad (Ayurveda, La Scienza delle Guarigioni, Punto d’Incontro, 2014) definisce la Primavera come “La Regina delle Stagioni” e nella Bhavagad Gita, Krishna si descrive così: “Io sono l’Anima nel corpo, la Mente nei Sensi, l’Aquila tra gli Uccelli, il Leone tra gli animali. Tra tutti gli alberi, sono il sacro albero della Bodhi e delle stagioni sono la Primavera”. Niente male, per la stagione delle fioriture,  essere rappresentata come l’avatar meteorologico dell’Essere Supremo.

Ecco sei piccoli suggerimenti per affrontare Kapha:

1. Fai amicizia con la luce.

Riattiva l’orologio biologico alzandoti presto la mattina, camminando all’aria aperta, respirando l’aria fresca per almeno dieci minuti.

Questo è un ottimo modo per alleviare il senso di lentezza e per aumentare il livello di energia.

2. Spazzola il corpo.

La pratica cosiddetta del body brushing rimuove le cellule morte e migliora la circolazione. L’Ayurveda prevede varie pratiche di pulizia quotidiana (es. il Pinda Sweda, un riscaldamento e un massaggio del corpo eseguito con speciali sacchetti di tela, colmi di polvere di erbe curative appositamente riscaldati prima dell’applicazione).

3. Pratica l’automassaggio (Abhyanga)

L’uso di oli leggeri (mandorle, vinaccioli) ed essenziali (zenzero, pepe nero, limone, bergamotto, pompelmo, chiodi di garofano) possono migliorare la circolazione e il tono dell’umore durante la Primavera, soprattutto per le persone che sono Kapha.

4. Usa le erbe.

Aggiungere le erbe ai pasti, può essere un modo veramente efficace per bilanciare il corpo dal punto di vista ayurvedico. Zenzero, pippali, cumino, finocchio vanno benissimo e possono essere anche utilizzate per fare un buon the. Un the alla cannella con un mix di pepe nero e zenzero è utilissimo per alleviare pesantezza e gonfiore dopo i pasti.

5. Cura l’alimentazione.

Il guru dell’alimentazione ayurvedica il dott.Vasant Lad, durante la Primavera sconsiglia di mangiare cibi grassi o troppo acidi, troppo dolci o troppo salati, ma anche di evitare i latticini o e le bevande gassate. Sono consigliate invece verdure a foglia verde, limone, peperoncino, aglio, legumi, ravanelli e frutti di bosco (oltretutto molti di questi frutti sono di stagione!) eccellenti per disintossicare il corpo e per stimolare la digestione, il metabolismo e bruciare i grassi in eccesso. Il miele può fornire un’azione “riscaldamento” del corpo e in questo periodo dell’anno dal punto di vista ayurvedico aumenta Agni “il fuoco digestivo”. Infine per bilanciare Kapha, una tazza di acqua tiepida con un cucchiaino di miele è utilissima per bilanciare efficacemente le energie di Kapha.

6. Bilancia Kapha facendo Yoga.

Navasana, Surya Namaskara oltre agli esercizi di respiro come Surya Bhedhana (tecnica di pranayama) riattivano l’energia sopita.