Si sente parlare molto di tossine, ma siamo veramente sicuri di sapere cosa sono, da dove vengono e perchè dobbiamo eliminarle?

CHE COS’E’ UNA TOSSINA?

Secondo John Immel, esperto d Ayurveda (fondatore di JoyfulBelly.com), la parola tossina spesso ha una connotazione negativa, ma dal punto di vista ayurvedico la parola tossina si riferisce a tutto ciò che il nostro corpo non è in grado di digerire o di sbarazzarsi (ad esempio i rifiuti naturali e biologici provenienti dalle cellule e dai processi interni del corpo, ma anche i rifiuti e i batteri che non siamo stati in grado di digerire correttamente). Una tossina potrebbe essere tossica per una persona e non esserlo per un’altra. Normalmente i nostri corpi eliminano le tossine in maniera perfettamente efficiente, ma a volte le tossine si accumulano ed iniziamo a subirne i sintomi negativi. L’Ayurveda (il sistema medico e filosofico indiano per il quale la malattia e la salute rappresentano dei processi cui partecipano il corpo, la mente e lo spirito) si prefigge lo scopo di eliminare queste tossine in maniera naturale (panchakarma). Gli organi che vengono coinvolti sono il tratto digestivo, il fegato la pelle ed i reni. Un ruolo altrettanto importante viene svolto dal sistema linfatico e circolatorio.

DA DOVE VENGONO LE TOSSINE E COME SI MANIFESTANO?

Le tossine possono derivare da tre fonti:

  1. prodotti ambientali;
  2. rifiuti cellulari;
  3. batteri presenti nel nostro tratto digestivo.

I sintomi fisici includono:

  1. gas e gonfiore (segno di fermentazione nell’intestino);
  2. eccessiva patina sulla parte posteriore della lingua;
  3. alito cattivo;
  4. sudorazione cattiva.

Questa situazione può farci sentire ansiosi, stanchi e indurci in uno stato di letargia. La pelle può mancare di lucentezza, i nostri denti e i nostri occhi possono assumere un colorito grigiastro. Questo aspetto indica che i nostri tessuti bianchi del corpo si sono “scoloriti” e che il nostro sistema linfatico non è chiaro.

COME POSSIAMO ELIMINARE LE TOSSINE?

  1. facendo esercizi fisici che interessino l’attività cardiovascolare;
  2. sottoponendoci a massaggio linfatico drenante;
  3. mangiando cibi ricchi di fibre;
  4. mangiando cibi che si possono digerire completamente prima che il cibo diventi gas;
  5. bere molta acqua.

Indicativamente le stagioni dove purificarsi dalle tossine sono la primavera e l’autunno, le tradizionali stagioni del cambiamento.

La purificazione secondo l’Ayurveda è particolarmente consigliata proprio perchè riconosce che i nostri organismi possono avere debolezze e bisogni diversi, non accogliendo l’idea che vuole un solo tipo di purificazione adatto a tutto e tutti senza distinzioni.

L’Ayurveda studia e comprende lo stato naturale della persona sulla base della valutazione del suo stato di equilibrio (vikruti) giungendo a delineare il protocollo curativo maggiormente adatto alla persona.